mercoledì 20 settembre 2017
Smart in the City
 
Alluminio, ovvero la lattina di … Leonardo
Apr22

Alluminio, ovvero la lattina di … Leonardo

di Antonella Cicalò

22 Apr 2015

Produzione, proprietà, applicazioni , riciclo, tutti aspetti di un percorso alla scoperta di questo materiale versatile e innovativo, leggero ma pesante dal punto di vista economico, tecnologico e perfino estetico.Inizio modulFine modulo Così è nata la nuova area Alluminio del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia. Un’esposizione permanente, progettata e realizzata con il CiAl – Consorzio Imballaggi Alluminio, inaugurata il 5 marzo 2015. “L’alluminio, con tutte le sue leghe, occupa un ruolo di rilievo al Museo non solo perché in poco più di un secolo è passato dall’essere un materiale prezioso e di nicchia ad essere un materiale indispensabile nelle più svariate applicazioni – dall’energia ai trasporti, dalle comunicazioni all’alimentazione -, ma anche perché la collezione Metalli accoglie alcuni degli oggetti più importanti e interessanti del patrimonio del Museo” ha rilevato Fiorenzo Galli, Direttore generale del museo, lieto di inaugurare questa nuova area permanente che racconta una storia molto italiana, fatta di innovazioni e innovatori, industria e design, energia e materiali, risparmio e riciclo. Tante aziende che hanno collaborato a questo progetto permettendo di aggiungere alle collezioni oggetti, sia storici che attuali, unici e curiosi per i nostri visitatori di tutte le età. “L’alluminio è un materiale pieno di vita” ha dichiarato nella stessa occasione Gino Schiona, Direttore generale di CiAl – Consorzio Imballaggi Alluminio “è un materiale permanente, un materiale che non si consuma, che si usa e si riusa, senza fine, conservando, in tutte le sue numerose applicazioni, l’energia necessaria per futuri e nuovi impieghi. Una delle sue principali caratteristiche è, infatti, l’infinita riciclabilità. Un insieme di valori che rendono evidente e intrinseco per l’alluminio il concetto di economia verde e di salvaguardia delle risorse, in linea con i principi dello sviluppo sostenibile e dell’impiego efficiente delle risorse. In quest’ottica il CiAl, Consorzio nazionale per la raccolta differenziata, il riciclo e il recupero degli imballaggi in alluminio, promuove e sostiene da anni iniziative tese a favorire la diffusione di una cultura sempre più ampia della sostenibilità ambientale verso tutti i pubblici di riferimento e, in particolare, verso i più giovani. In questo senso la nuo va area offre una visione d’insieme di tutta la filiera industriale dell’alluminio, dei suoi settori e delle sue infinite applicazioni, evidenziandone le performance tecniche e ambientali che caratterizzano i prodotti realizzati con questo materiale per l’intero ciclo di vita e che lo rendono uno dei più coerenti e affini ai principi e ai valori della green economy. Grazie anche al contributo di Centroal, Centro Italiano Alluminio è stato realizzato un percorso di conoscenza del metallo leggero assolutamente inedito. L’interattività e l’impiego delle più avanzate tecnologie permettono ai visitatori di compiere un’esperienza...

Leggi Tutto
MIA FAIR 2015, scatti d’artista
Apr12

MIA FAIR 2015, scatti d’artista

di La Redazione

12 Apr 2015

Nuova location per la quinta edizione di MIA FAIR, la fiera dedicata alla fotografia ideata e diretta da Fabio Castelli che quest’anno si svolge al The Mall, nuovissimo centro polifunzionale nel quartiere di Porta Nuova, il nuovo centro di Milano. Dall’11 al 13 aprile appassionati e collezionisti potranno scoprire le proposte di diversi artisti con scatti su natura, architettura, ritratti in bianco e nero e a colori realizzati con diverse tecniche e approcci e con una sezione dedicata ai temi di Expo. Da segnalare i lavori di Alfred Drago Rens, presente la con Galleria L’Affiche. Fotografie con effetto 3D ottenuto sovrapponendo diverse stampe della stessa immagine ritagliate in formati diversi. L’effetto è molto gradevole soprattutto sulla serie di ritratti esposti. E “TerraMadre” – galleria AMY- D Arte Spazio – il devoto e suggestivo omaggio che Beba Stoppani dedica alla terra e alla luna e al loro fortissimo rapporto, ispirandosi alle parole del poeta spagnolo Antonio Machado “... Està en la luna/al alma de la tierra...”. MIA FAIR propone anche un ricco palinsesto di appuntamenti culturali con momenti di dialogo con le più interessanti realtà estere dedicate alla fotografia, approfondimenti sul controverso tema degli aspetti legali del mondo dell’immagine e due mostre di approfondimento. Una mostra è dedicata all’archivio fotografico di Pellizza da Volpedo, artista che ha riconosciuto e fatto proprie le potenzialità della nascente arte fotografica; l’altra è centrata sul Fotolibro d’artista in Italia, un excursus dagli Anni Settanta fino al fenomeno del self-publishing.  ...

Leggi Tutto