martedì 21 novembre 2017
Smart in the City
 
Macchia d’autore
Feb16

Macchia d’autore

di La Redazione

16 Feb 2015

A Milano, i muri si “dipingono” da soli. Ecco come una macchia di umidità ha fedelmente riprodotto la silhouette del Duomo di Milano, con la grazia di un acquarello d’artista…...

Leggi Tutto
Come funziona l’Universo?
Gen03

Come funziona l’Universo?

di La Redazione

3 Gen 2015

…te lo spiega il tuo gatto… Foto di Gabriele...

Leggi Tutto
Semplicemente una nascita
Dic23

Semplicemente una nascita

di La Redazione

23 Dic 2014

Semplicemente una Nascita. Un evento primario che ha bisogno di affetto, cura, cibo acqua calore. Come è accade a tutti e a ciascuno. Un diritto che oggi è ancora solo un augurio. Quello che oggi vi facciamo di cuore....

Leggi Tutto
Tutta la poesia pittorica di Chagall a Milano
Ott02

Tutta la poesia pittorica di Chagall a Milano

di Alessia Stefanini

2 Ott 2014

Duecentoventi. Questo il numero delle opere di Marc Chagall al Palazzo Reale di Milano, la più grande retrospettiva da sempre dedicata all’artista russo che partecipa a Milano Cuore d’Europa, il palinsesto culturale multidisciplinare dedicato all’identità europea della nostra città. Obiettivo dell’esposizione “Marc Chagall. Una retrospettiva 1908-1985“, è illustrare l’intera vita artistica di Chagall (Vitebsk 1887 – Saint-Paul-de-Vence 1985), quasi secolare, attraverso dipinti inediti provenienti da più di 50 collezioni private e dai più gradi musei del mondo, dal MoMa al Metropolitan di New York, dalla National Gallery di Washington al Museo Nazionale Russo di San Pietroburgo al Centre Pompidou di Parigi. Quadri molto noti e meno noti per ripercorrere la straordinaria produzione di uno dei più eclettici artisti del ‘900, impregnata delle più importanti Avanguardie europee, che fonde la cultura ebraica con quella russa, con uno stile molto personale che fa del colore il punto focale della sua opera trasformando qualsiasi immaginario in fantasmagorie cromatiche famose in tutte il mondo. Non si può guardare un quadro di Chagall senza dire: è Chagall! E ce ne sarà da guardare in questa mostra milanese, curata da Claudia Zevi, articolata in sezioni in un percorso cronologico che segue l’artista dalla culla alla tomba della sua produzione. Dagli anni giovanili in Russia al primo soggiorno francese fino allo scoppio della prima Guerra Mondiale; dal ritorno in patria fino al 1921 all’esilio da Parigi e alla fuga a Marsiglia, Spagna e Portogallo; dal trasferimento in America negli anni Quaranta al ritorno in Francia. E proprio in Francia superò la perdita della moglie amatissima avvenuta nel 1944 e ritrovò la gioia della vita nella pittura che portò a essere i suoi quadri favole illustrate, sempre al limite tra la metafora e il sogno, la realtà e la fantasia. La meraviglia davanti alla natura, lo stupore di fronte a piante e animali, il sogno che diventa metafora di una realtà possibile in cui uomo e natura possono vivere pacificati dopo aver attraversato gli orrori del conflitto mondiale… insomma tutti i grandi temi della poetica pittorica di Chagall vengono ripercorsi in questa imperdibile e unica mostra. La mostra è promossa dal Comune di Milano-Cultura e organizzata e prodotta da Palazzo Reale, 24 Ore Cultura-Gruppo 24 Ore, Arthemisia Group, GAmm Giunti e il Museo Reale delle belle arti del Belgio. Parallelamente alla mostra a Palazzo Reale, il Museo Diocesano propone “Chagall e la Bibbia“, curata da Paolo Biscottini e concepita come vera e propria sezione dell’altra. Una particolarissima esposizione di 60 opere che Chagall dedicò al messaggio biblico. Sin da giovane l’artista fu affascinato dalla Bibbia, che considerava come la più importante fonte al mondo di arte e poesia. Dai suoi studi in merito, negli...

Leggi Tutto
Buone vacanze!!!
Lug31

Buone vacanze!!!

di A.S.

31 Lug 2014

Da settembre si apre una stagione importante per l’Italia da tanti punti di vista. In particolare aspettiamo di vedere come andrà Expo 2015 a Milano. Quindi riposiamo e scarichiamo lo stress, che ci sarà bisogno di tutte le energie! (foto: Gabriele Lopez)    ...

Leggi Tutto
La vittoria dei Visionari
Lug07

La vittoria dei Visionari

di A.C.

7 Lug 2014

Agli studenti di un master universitario va la vittoria della terza edizione di Expop con VespiAMO, progetto di scooter sharing per Milano e per tutte le città del mondo. Il progetto è risultato vincitore sia per quanto riguarda il voto popolare, che per la giuria di Vivaio e si aggiudica anche il premio speciale assegnato dalla rivista Wired. Per l’occasione, l’associazione Vivaio ha raccolto intorno a Expop 2014 ventitré proposte, dieci delle quali di giovani studenti di tutto il mondo aderenti ad Aiesec che hanno partecipato all’assegnazione di uno speciale premio a loro dedicato. Ecco la classifica ufficiale: Risultati voto popolare VespiAMO, di Giulia Mattoscio, Giulia Neri, Mia Pivcevic, Alessandro Razzini e Riccardo Serafini con 13,5% preferenze oltre al voto della giuria di Vivaio e al Wired Award IterArt di Duilio Forte con 12,4 preferenze e Menzione d’onore della giuria Slow Town di Sonia Guidazzi con 11,6% preferenze Menzione d’onore della giuria di Vivaio per i progetti giudicati più importanti da supportare nella realizzazione anche ad Artigiano Urbano, ID Metro Design e MIusic a cui va anche la Menzione d’onore di Wired L’ Aiesec Award per 10 idee dal mondo va a: 1 –Lampioni volanti di Chiara Gianola (Spagna) con 19,5% preferenze 2-Tram biblioteca di Xaris Einh Ho (Grecia) con 18,8% preferenze 3-Take away cinema di Ryan Wong (Canada) con 15,7% preferenze Abbiamo voluto dedicare questo Smartlook a Expop 2014 per sottolineare la necessità di rilanciare di Milano come capitale dell’innovazione e della creatività urbana, oltre le già affermate categorie della moda e del design. E l’importanza di farlo anche grazie al contributo internazionale di progettisti giovani e giovanissimi.          ...

Leggi Tutto