martedì 21 novembre 2017
Smart in the City

La poesia e la bellezza degli amori difficili

di Alessia Stefanini

31 Mar 2017

L’arte di scrivere storie sta nel saper tirare fuori da quel nulla che si è capito della vita tutto il resto; ma finita la pagina si riprende la vita e ci si accorge che quel che si sapeva è proprio nulla. - Italo Calvino

Gli amori difficili è una raccolta di racconti di Italo Calvino meno nota dei suoi più famosi lavori, ma di una bellezza tale che sono corsa a comprarla subito dopo aver visto il bellissimo spettacolo di Loris al Teatro Out Off.

Le storie narrate hanno in comune due elementi chiave: l’amore e l’assenza. C’è il commesso viaggiatore che fa la notte in treno per tornare dall’amata; la moglie che si interroga sulla sua infedeltà per essere stata fuori tutta la notte con un giovanotto in assenza del marito; la coppia che ruba momenti per stare insieme a un lavoro che li costringe a turni diurni e notturni che non coincidono; c’è l’automobilista che corre in autostrada per vedere di persona la sua amata con cui ha avuto un litigio telefonico; ci sono l’anziana prostituta e il compagno tabagista e le difficoltà di armonizzare lavoro/vita di coppia.

In una scenografia (molto bella e nello stesso tempo molto funzionale) suddivisa a quadri che rappresentano le zone dell’azione (uno scompartimento di treno, un salotto, una camera da letto, un bar) gli attori si muovono in un continuum sentimentale, entrando e uscendo con maestria, dai dolenti e poetici personaggi di Calvino. Il tutto scandito da una musica di violoncello rigorosamente dal vivo, suonato da una ragazza non vedente, che mai si direbbe se non lo si venisse a sapere a fine recita. La comunicazione delicata ed efficace delle luci accompagna perfettamente tutto lo spettacolo.

La regia di Loris è delicata, sottile e rispettosa della grande poesia e insieme della grande capacità di ironia di Calvino. Gli attori bravissimi, rendono i personaggi veri, struggenti, vicini al sentire di ogni tempo e di ogni età. Perché Calvino scrive questi racconti tra il 1949 e il 1967, ma le solitudini, le angosce, i desideri, le paure, le speranze che si ripongono nella persona amata sono sempre le stesse, in ogni dove e in ogni quando. Si sorride, si riflette, senz’altro ci si immedesima e senz’altro ci si commuove davanti a un’umanità così spaventata e così anelante all’amore e alla passione, al di là della faticosa e grigia vita quotidiana. Un lieve soffio di bellezza e levità in questi tempi così emotivamente difficili.

LA LOCANDINA
fino al 9 aprile e poi dal 18 al 30 aprile
Teatro Out Off – via MacMahon 16 – tel. 0234532140
GLI AMORI DIFFICILI
di Italo Calvino,
regia Lorenzo Loris,
con Gigio Alberti, Monica Bonomi, Nicola Ciammarughi e la partecipazione di Gemma Pedrini
scena Daniela Gardinazzi
costumi Nicoletta Ceccolini
luci Alessandro Tinelli
musiche Gemma Pedrini
collaborazione ai movimenti Barbara Geiger.

Condividi l'articolo su:

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *