martedì 18 Febbraio 2020
Smart in the City
 
Maxi casa in 3D
Apr28

Maxi casa in 3D

di A.S.

28 Apr 2014

La nuova edilizia tecnologica è opera di Dus Architects, uno studio di architettura olandese, nei cui uffici si usano già stampanti 3D per plastici e modelli di progettazione. Ora si passa al cantiere vero e proprio, liberamente visitabile dal pubblico (molti cittadini e turisti di Amsterdam hanno pagato 2,50 euro per entrare nel cantiere e toccare con mano il primo muro ad angolo già montato) per vedere la stampante tridimensionale più grande del mondo che costruisce i pezzi della casa uno a uno, poggiando strati di plastica uno sull’altro fino a creare la forma desiderata. Realizzata in collaborazione con la Ultimaker, specializzata nella stampa 3D, può creare oggetti della grandezza massima di 2 metri di larghezza e 3,5 di altezza. I vantaggio di questa sorta di Lego gigante sono un terzo di costi di mano d’opera e materiali in meno oltre al fatto di poter costruire tutto sul posto abbattendo inquinamento e traffico. Infine, la plastica utilizzata è riciclabile, al 100%. E se si rompe qualche cosa o siete stufi di un pezzo d’arredo basta scaricare un file di quanto occorre e stamparlo. Al momento è possibile stampare con un solo colore, significa che i pezzi poi andranno verniciati e trattati. Inoltre il processo di stampa è molto lento e richiede tantissimo tempo: almeno tre anni per completare la casa. Neanche tanto, alzi la mano chi tra cantiere, modifiche e giri per mercatini non ci ha messo di più!...

Leggi Tutto